RSS

TERZA EDIZIONE DEL CAGNANO LIVING FESTIVAL: I BLACK ILLUSION

12 Ago

Il primo agosto 2009 a Cagnano Varano in piazza Giannone ha avuto luogo la terza edizione del Cagnano Living Festival, che ha portato in scena giovani “incazzati” e performance singolari.  Chitarre impazzite, voci dure, quasi mostruose.  Non ho potuto fare a meno di notare la grinta di ciascun gruppo, la durezza dell’espressione, “la rabbia” . Una teatralità che in qualche passaggio faceva accapponare la pelle:- Ma cosa abbiamo fatto a questi giovani!

Cagnano Living Festival, di cui “Schiamazzi”, il gruppo organizzatore, formato da giornalisti in erba audaci e tenaci, ha dato grande prova di sé, superando i “piccoli – grandi” ostacoli, da quelli economici e quelli organizzativi.

Al Cagnano Living Festival hanno partecipato dieci gruppi musicali provenienti in gran parte dalla regione Puglia:

1.       CAROLINA DA SIENA (Bisceglie) con Libera si fa di aria (e io cammino);

2.       i SILVER BLOOM (cagnanesi e ischitellani) con Immagine;

3.       i MISTERY (di Ischitella) con A convincted innocent;

4.       gli UNDERSOIL (Sannicandro Garganico) con The dreamer;

5.       i THE LOOK (Foggia) con Come cambiano le cose;

6.       i Terremoto (Vico del Gargano) con Fottiti;

7.       gli HEATHEAD (Sannicandro Garganico) con Fatality;

8.       i THEM PHILOSOPHY (Roma) con Ultimo viene il ponte corvo;

9.       gli ALTER EGO (Foggia) con Una risposta;

10.   i BLACK ILLUSION (Cagnano Varano) che hanno presentato L’essenza.

 

Ciascun gruppo era tenuto a presentare due brani, di cui uno inedito – come voleva il Regolamento. La giuria, di tanto in tanto interpellata da Emanuele Sanzone – presentatore del Festival – ha espresso che si trovava in serie difficoltà, perché i brani e le interpretazioni erano tutti interessanti. Una decisione, in ogni caso andava presa. Ed ecco i primi tre classificati:

 

CAROLINA DA SIENA (1° posto),

i SILVER BLOOM e i MISTERY (2° posto ex aequo);

i THEM PHILOSOPHY (3°).

È stato conferito anche un premio per il testo più interessante. La scelta è caduta si

 L’essenza”. Ai BLACK ILLUSION, perciò, la redazione di Schiamazzi ha assegnato il premio della critica in memoria di “Francesco Bocale”. Di questo poeta e narratore cagnanese recentemente scomparso, il giovane Tommaso  ha letto i versi  Ho camminato per sentieri infiniti, che hanno dato il titolo all’ultima raccolta. De L’essenza vi propongo il testo.

L’interpretazione de “L’essenza” mi ha emozionata molto, anche per la familiarità del cantautore. Ho quindi deciso di contattare l’autore del testo per capirne di più sul senso di quel

“ Dimmi se tu /di questa rabbia hai capito il perché,/Dimmi se, … ”.

Volevo, inoltre, conoscere meglio il gruppo e i modelli di riferimento, qualora li avessero.  A rispondermi è Antonio Crisetti uno dei fondatori del team.

“I BLACK ILLUSION sono nati nel 2005. Eravamo solo in due: io e Massimo D’Antuono. Abbiamo a vuto cambiamenti line-up. Il gruppo si è, quindi,  allargato e oggi è formato da Massimo D’Antuono alla batteria, Giannazzario Tenace e Tony Stefania ai bassi, Giorgio Giannetta alla chitarra, antonio Crisetti (che sono io), voce e chitarra. Ora siamo alla ricerca di un addetto alla tastiera.”

 “Il nostro  genere musicale è l’INDUSTRIAL una diramazione del METAL, meno duro, però,  e più melodico, con testi in chiave DARK (dai toni romantico-decadente e pessimistico). Il più grande interprete è Marilyn Manson. Ci sono poi anche i Korn, i Rammstein. Gli INDUSTRIAL fanno una canzone di  denuncia dei problemi sociali, politici, economici e religiosi, anche se non prendono una posizione “contro”. Dicono solo ciò che non va. Ce l’hanno in particolare contro l’ “americanizzazione” e la “globalizzazione”.  

Per me questi discorsi parlano un’altra lingua. Mi sforzo comunque di capire, perché sono curiosa si conoscere cosa c’è nella testa dei giovani.  

I black illusion stanno pensando alla registrazione del loro primo album, quasi sicuramente omonimo. Contano già oltre trenta canzoni che vedono autori Antonio  Crisetti e Giannazzario Tenace, scritte quasi tutte in inglese.

Il  gruppo ha partecipato alle precedenti edizioni del Cagnano Living Festival: al  2007 con sei brani [allora non c’erano premi] e al 2008 conseguendo il terzo posto con il brano “ Different World”, titolo significativo, emblematico di  quel “mondo diverso” dai giovani tanto agognato.

 

 

L’ESSENZA [parole e musica di Antonio Crisetti] 

 

Intro

Perderai l’essenza di quei giorni qui con me.

Non rimarrà niente, neanche questo, dentro te.

Neanche questo testo scritto dalle lacrime.

Rimanere inerme, no, non è mai facile.

 

Rit.

Dimmi se tu,

di questa rabbia hai capito il perché,

Dimmi se,

dimmi se, ormai, riesci a sentire il dolore che è in me,

dimmi se … .

 

Dimmi quanto tempo ancora, dovrò sopportare

E per quante volte dovrò immaginare

Di non essere più qui e di sognare

Di non aver vissuto mai, per non ricordare.

 

Rit. …

 

Parlerai di quelle storie, che non hai vissuto

Piangerai per quelle cose che non hai mai avuto

E per un futuro che tu non hai voluto

Al falso delle tue realtà non ho mai creduto.

 

Intro

Rit.

Dimmi se tu,

di questa rabbia hai capito il perché,

dimmi se,

dimmi se, ormai, riesci a sentire il dolore che è in me

dimmi se … .

Annunci
 
Lascia un commento

Pubblicato da su 12 agosto 2009 in notizie di cronaca

 

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

 
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: