RSS

“Oltre la scuola” pubblicizzazione dell’attività progettuale

17 Giu

 

 

Aula magna Liceo di Cagnano Varano

All’appuntamento del 6 giugno, ore 19.30, aula magna del Liceo “G. De Rogatis” S.S. Cagnano Varano erano in tanti, un campione eterogeneo, rappresentativo della popolazione, dalle fasce deboli (diversabili, anziani, donne, bambini) a quelle forti (giovani e adulti). Un’occasione per “dare conto” e “tener conto” di quello che la scuola fa e come lo fa, così come vuole la scuola dell’autonomia, un’ulteriore opportunità di crescita  e di apprendimento da parte degli studenti e della comunità dei presenti, secondo chi scrive. La pubblicizzazione dell’attività progettuale è, infatti, utile soprattutto ai partecipanti perché costrituisce un’ulteriore occasione di apprendimento e di crescita, dato che consente di vincere la paura di parlare al microfono, il timore del grande pubblico, la sensazione di non essere all’altezza della situazione. Essa offre, inoltre, la possibilità di rafforzare il senso di appartenenza, di ripercorrere l’attività, di fissare le conoscenze, di collegarle, di trasformarle in competenze.

Il tema conduttore della serata è stato il gioco, l’attività primordiale del bambino,  trasversale ad ogni spazio, ad ogni tempo, alla vita di ogni persona, strumento di crescita di ciascuna dimensione della personalità umana.

Il sipario si è aperto con il gioco drammatico e precisamente con la messa in scena di “Pinocchio e l’albero della vita”, la fiaba che valorizza la diversità, offrendo l’opportunità ad un burattino di legno di diventare infine un bravo bambino.

A interpretare i personaggi di questa fiaba sempre attuale i ragazzi diversamente abili e i normodotati dell’istituto, insieme per favorire l’integrazione e l’inclusione, come vuole “Oltre la scuola”, un progetto realizzato con la co-partecipazione della provincia di Foggia, del comune di Cagnano Varano e dell’Istituto Superiore  pedagogico e linguistico “G. De Rogatis”.

Personaggi e interpreti della commedia: E. Sanzone (narratore), G. Vigilante (Pinocchio), G. Basile (Geppetto), A. Iannone (Fata), G. Stefania (Grillo), G. Nardella (Grillo), D. Coccia (Mangiafuoco), A. Tancredi (Volpe), V. Vigilante (Gatto), M. Stefania (Lucignolo), M. Tancredi (Mastro Ciliegia), A. Tancredi (Gendarme), G. Basile (Uomo), N. Pelusi (Pescecane), R. Tierri (Dama), Fabiola (Contadina), M. Tancredi (Contadino), F. Santamaria (Libellula), P. Stefania (Coscienza), M. Iannone (Coscienza).

Operatori socio-culturali: Giovanna Colucci, Antonio grimaldi, Concetta Lombardi, Domenico Santamaria, Antonella Santucci, Valentina Stefania.

Referente del progetto: Antonio Di Nauta.

Regia di Gabriele Granito.

Interpreti bravissimi che hanno interessato ed emozionato i partecipanti, validando la bontà del progetto, che si proponeva lo scopo di far interagire scuola e istituzioni affinché i diversamente abili non ricevessero l’“aiuto” solo a scuola, ma ci si prendesse cura di loro anche dopo e collateralmente a questa istituzione. C’è da augurarsi che gli “aiuti” di cui i diversamente abili hanno bisogno evolvano sia nel tempo sia negli spazi di vita, in modo che i diversabili non siano costretti a chiedersi “… e dopo, che ne sarà di noi?”

 

La serata è proseguita con la presentazione del progetto "Il gioco, uno strumento per crescere"

Annunci
 
Lascia un commento

Pubblicato da su 17 giugno 2008 in notizie di cronaca

 

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

 
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: