RSS

Convegno Ente parco nazionale del Gargano: Agriturismo Falcare

18 Gen

     

I LOCALISMI E LE MANCATE SINERGIE CHE OSTACOLANO LO SVILUPPO DEL GARGANO

 

… dal convegno dell’Ente Parco Nazionale del Gargano in contrada Fulecare di Cagnano Varano

 

Il convegno di fine anno del 22 dicembre 2006, ore 10, presso l’Agriturismo Falcare, territorio di Cagnano Varano, organizzato dall’Ente Parco Nazionale del Gargano, nel partecipare la Programmazione regionale 2007-20013 e il programma svolto nel biennio 2005-06, ha offerto diversi spunti di riflessioni sullo stato dell’arte dell’Ente, luci e ombre del Gargano. Relatori: Pasquale Orlando, membro del nucleo di valutazione dell’assessorato al Bilancio della Regione Puglia, Antonio Angellilis, assessore all’agricoltura della provincia di Foggia, Carlo Nobile, Presidente del Sistema Turistico Gargano Nobile e Filomena Tanzarella, direttrice del parco. Interventi del presidente del Parco, dott. G. Gatta e del vicepresidente, nonché sindaco di Peschici, il dott. Tavaglione. Presenti: cooperative, consorzi, associazioni, numerose autorità civili e militari e tanti altri ospiti.

Nel sessennio 2007-2013 la regione Puglia continuerà a svolgere il ruolo di regia dei fondi comunitari, che verranno distribuiti tramite intese e accordi di programma. Il Parco del Gargano, avendo le carte in regola, desidera entrare nella cabina di regia e costituire la passerella di lancio fra la realtà imprenditoriale e quella delle opportunità finanziarie dell’Ente Regione, incentivando sviluppo sostenibile e occupazione. 

Quattro i grandi obiettivi di sviluppo programmati: conoscenza e comunicazione, qualità della vita e sicurezza, scambio con altre realtà regionali e filiera produttiva.  

Le strategie vedono in primo piano il rafforzamento delle qualità politiche di contesto, interventi sull’ambiente, per ottimizzare la gestione delle risorse idriche, dei rifiuti, difesa del suolo e tutela delle coste, interventi volti a valorizzare la città (centro storico e periferia), politica di ricerca e innovazione finalizzata al sostegno della produzione, politica della formazione, orientata alla nascita di una società più coesa e ad innalzare la qualità dei servizi.

Due gli elementi – chiave, su cui far leva per agevolare il decollo dell’economia regionale e locale:

  1. il turismo, che può e deve essere collegato al recupero-tutela-valorizzazione, facendo tesoro delle esperienze più significative pregresse, realizzate a livello territoriale, promuovendo la destagionalizzazione e valorizzando le aree interne al promontorio;
  2. il ruolo dei territori-protagonisti, gestori dei programmi di sviluppo, e l’individuazione di vaste aree, su cui far convergere una quota rilevante degli investimenti programmati.

Sono emersi anche alcuni punti di debolezza riscontrati all’interno delle istituzioni, che non riescono a fare sistema. Si è detto, perciò: "Basta con la strumentalizzazione politica, con l’ansia eccessiva di chi vuole acquisire a tutti i costi visibilità;  basta con la politica dello spoly sistem, […].”  Sia con l’attuale, sia con il precedente presidente, il parco ha svolto importanti funzioni sul piano conoscitivo, culturale ed economico – ha sottolineato i vicepresidente del Parco- per cui non si comprendono le aggressioni da parte di certa stampa o di certi comuni”.

Molto si potrà ottenere ancora se si riuscirà a fare sistema, che, in definitiva, vuole dire stare uniti e lavorare insieme, cedendo al altri parte del proprio potere.  Sull’importanza di superare logiche conflittuali, legate a campanilismi e localismi, si sono incentrati quasi tutti gli interventi, rilanciando lo slogan turistico garganico: Pensa locale a agisci globale, ritenendo che in questo modo sarà possibile sia un ritorno d’immagine, sia soprattutto più lavoro e ricchezza per i comuni Garganici e, di conseguenza, per tutta la Puglia.

La direttrice del Parco effettuato un bilancio delle molteplici e variegate attività progettate e realizzate dall’Ente nel biennio 2005-06, mentre il presidente, con un centro entusiasmo e, perché no, con orgoglio, ha ricordato ai presenti che il Parco Nazionale del Gargano – 121000 Ha, 200 mila abitanti, decine e decine di dipendenti – ha molte potenzialità. Già produce la più cospicua fetta di “Pil” della Capitanata ed ha il 60% dei posti letto dell’intera regione. Diversi obiettivi sono stati, dunque, raggiunti, altri potranno essere conseguiti muovendosi sinergicamente e in direzione della qualità, superando il gap della rete e della viabilità. Abbiamo lavorato tra mille difficoltà e siccome il parco rappresenta il valore aggiunto della Regione Puglia, ci si aspetta da essa la dovuta attenzione. Il dott. Gatta ha, quindi, chiuso il suo intervento ricorrendo ad una metafora: “Occorre concepire il Gargano come un unico paese fatto di tanti quartieri. [… ]. Il fatto di essere oggi qui [in Agriturismo Falcare- zona turistica garganica dell’entroterra] non è un caso e non può non avere un senso [orientato alla destagionalizzazione dell’offerta].

Significato condiviso anche da altri gestori di aziende turistiche lontane dalla costa, ma soprattutto dai pochi cagnanesi presenti in mezzo ai numerosi convenuti, i quali attendono fiduciosi le cure delle istituzioni, affinché il territorio sia valorizzato.

Senso che non pare sia stato recepito dalle massime autorità cittadine, che hanno ritenuto di non dover prendere parte al convegno: la maglia rotta della rete, che rende difficoltosa la logica del fare sistema e, in definitiva, ostacola lo sviluppo del Gargano il quale, richiede sinergie.

 

Annunci
 
Lascia un commento

Pubblicato da su 18 gennaio 2008 in notizie di cronaca

 

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

 
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: